CCIAA

Storia della CCIAA di Udine

La prima "Camera di Commercio del Dipartimento di Passariano" nasce in Friuli all'epoca di Napoleone con decreto 14 settembre 1806. Dipendente dalla Camera di Commercio di Venezia, è composta da 15 membri, nove di Venezia e sei dei dipartimenti veneti, tra i quali uno del dipartimento di Passariano che comprendeva il Friuli.
Con la dominazione austriaca la Camera di Commercio assume il nome di Camera di Commercio della Provincia del Friuli, con sede a Udine, e viene presieduta da un Delegato regio. La nuova Camera appoggia i principali progetti di rinnovamento del Friuli, tra i quali la valorizzazione dell'industria della seta. Con la riforma del 1850 diventa Camera di Commercio e Industria del Friuli. Nel 1866, con l'annessione al Regno d'Italia, Camera di Commercio ed arti per la provincia di Udine. Nel 1923 la provincia del Friuli si divide nelle province di Udine e Gorizia con le relative Camere distinte e nel 1968 una parte del territorio passa alla nuova provincia di Pordenone e nasce una nuova Camera di Commercio.
Nel 1963 le norme di attuazione dello statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia in materia di agricoltura, foreste, industria e commercio, turismo ed industria alberghiera, ecc. prevedono che le Camere svolgano compiti a loro demandati dal Ministero dell'Industria e Commercio; con successiva legge regionale del 1970, ora legge regionale 10/1/1996 n. 5, il controllo sugli atti e la vigilanza sugli organi delle Camere di Commercio del Friuli Venezia Giulia viene esercitato direttamente dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

Il simbolo
Dalla fine degli anni '60, il simbolo della Camera di Commercio di Udine rappresenta un'immagine stilizzata del Beato Bertando, Patriarca di Aquileia, simbolo e memoria dell'indipendenza e dell'autonomia del Friuli storico e della sua identità culturale. Il simbolo della Cciaa di Udine è associato al brand adottato dal sistema camerale: la C di “Camere di Commercio” e la I di “Italia” si allungano e si fondono formando un contenitore dinamico che richiama la prua di una nave e che accoglie al suo interno le diverse realtà del sistema camerale che vengono, per così dire, protette e traghettate verso i loro obiettivi naturali.

Storia delle Camere di Commercio in Italia
» http://www.unioncamere.gov.it/P42A0C183S75/storia.htm (link esterno)

Data di Aggiornamento

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Cookie Policy