Comunicati Stampa

La virtuosa esperienza del "Sistema Pordenone" presto al servizio della cultura e della formazione

Costituito un gruppo di lavoro che sarà coordinato dalla Camera di commercio Udine Pordenone. L'obiettivo è connettere permanentemente le migliori competenze per offrire al territorio, che ha nella cultura uno dei suoi asset strategici, un ulteriore elemento di competitività e qualità della vita. Tante le iniziative in cantiere con un occhio di riguardo ai giovani.

L'esperienza del "Sistema Pordenone", modello di successo capace di programmare il futuro con visione complessiva, organica e di realizzare quanto necessario in tempi relativamente rapidi, si sposta dal mondo delle imprese a quello della cultura e dei cittadini, con un occhio d’attenzione particolare ai giovani e al loro futuro.

Cambiano gli attori – che in questo caso sono Comune di Pordenone, Fondazione Pordenonelegge, Cinemazero e Teatro Verdi con il coordinamento della Camera di commercio Pordenone-Udine – ma non l'obiettivo primario, che è quello di mettere in connessione permanente e strutturata le migliori competenze per offrire al territorio, che ha nella cultura uno dei suoi asset strategici, un ulteriore elemento di competitività e qualità della vita.

L’hub, come emerso nella prima riunione cui hanno partecipato il vicepresidente della Camera di commercio Udine Pordenone, Michelangelo Agrusti, il sindaco Alessandro Ciriani, il presidente del Teatro Verdi, Giovanni Lessio – e la direttrice Marika Saccomani – e Michela Zin, direttrice della Fondazione Pordenonelegge, avrà diversi compiti.
Anzitutto ottimizzare la calendarizzazione di eventi già in cartellone, proporne di nuovi legati alla storia del territorio e del Novecento – una sorta di finestra sulla memoria – ed attivare collegamenti con il mondo dell'istruzione con due obiettivi: avvicinare i giovani alla cultura portando, ad esempio, il teatro nelle scuole, e sviluppare negli studenti degli istituti tecnici sensibilità in materia di sicurezza sul lavoro coinvolgendoli con programmi formativi.

I dettagli di questa iniziativa, che ha come solido presupposto uno studio condotto dal professor Daniele Marini commissionato da Camera di commercio Udine Pordenone, saranno illustrati a settembre.

 

 

Data di Aggiornamento

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Cookie Policy